Return to site

L'UE depenna la Mongolia dalla blacklist dei paesi non cooperativi in materia fiscale

Nella giornata di ieri 25 gennaio l'Unione Europea ha ratificato il depennamento di otto stati dalla propria blacklist dei paradisi fiscali e dei paesi non fiscalmente collaborativi rilasciata il 5 dicembre dello scorso anno. Gli otto paesi, tra cui la Mongolia, si sono impegnati politicamente a intraprendere processi di equità fiscale, approvare emendamenti nella loro legislazione per monitorare i tentativi di evasione fiscale e adottare misure di correzione e miglioramento per la trasparenza e l’information-sharing. Gli altri sette stati depennati dalla blacklist UE - dove invece permarranno ancora nove Paesi - sono Barbados, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Granada, Macao, Panama e Tunisia.

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly